COT e Financial TFF Report

Il COT (acronino di Commitments of Traders) è un report settimanale che viene pubblicato a cura della CFTC ( Commodity Futures Trading Commission) allo scopo di fornire agli investitori e al pubblico un aiuto nella comprensione delle dinamiche del mercato. I rapporti COT espongono nello specifico l’open interest, ossia il numero di contratti derivati, future e opzioni,  non ancora chiusi ad una determinata data e dunque la somma di tutte le posizioni lunghe o corte aperte nel mercato ad una determinata data o in un arco temporale e fa riferimento all’open interest di 20 o più traders che hanno posizioni pari o superiori ai livelli di reporting stabiliti dalla CFTC.

Generalmente i dati nei rapporti COT sono relativi alle posizioni in essere al martedì e vengono pubblicati il venerdì. Il mercoledì mattina la CFTC riceve i dati forniti, li corregge, se del caso, nella classificazione, li verifica e provvede al rilascio in genere entro il venerdì pomeriggio.

Esistono quattro rapporti principali:

1. Legacy – I rapporti Legacy sono suddivisi per scambio. Questi rapporti sono a loro volta suddivisi in un rapporto sui futures e un rapporto combinato su futures e opzioni,  e classificano l’open interest di due categorie: non-commercial e commercial traders, questi ultimi comprendono i traders che gestiscono i rischi coprendo in futures. Tutti gli altri sono classificati come “non-commercial”.

2. Supplemental – Include 13 contratti su commodity agricole per posizioni combinate su futures e opzioni e classificano l’open interest di tre categorie: non-commercial, commercial, and index traders.

3. Disaggregated – Sono suddivisi per agricoltura, petrolio e derivati, gas naturale e derivati, elettricità, metalli e altri contratti fisici. Questi rapporti si suddividono a loro volta in un rapporto su futures e in un rapporto combinato su futures e opzioni e rappresentano l’open interest di quattro categorie: Producer/Merchant/Processor/User,  Swap Dealers, Managed Money, Other Reportables.

 4. Traders in Financial Futures – Comprende contratti finanziari, come valute, titoli del Tesoro USA, azioni, indici, ecc. Questi rapporti hanno un rapporto sui soli futures e un rapporto combinato su futures e opzioni. Il rapporto TFF suddivide l’open interest di quattro categorie:

  • Dealer/Intermediary – Questi includono peraltro le grandi banche e vengono anche definiti come il “sell side” del mercato, e sono coloro che per loro natura ed interesse compensano i rischi tra mercato e clienti. 
  • Asset Manager/Institutional – Sono investitori istituzionali, quali fondi pensione, compagnie assicurative, fondi comuni di investimento e società di gestione di investimenti i cui clienti sono prevalentemente istituzionali.
  • Leveraged Funds – Questi sono in genere “hedge fund” e società di gestione di capitali,  CTA, CPO,  o altri fondi. Le strategie possono comportare l’assunzione delle posizioni  a titolo definitivo  e/o arbitraggi all’interno e tra i mercati, per cui spesso  impegnati in posizioni speculative.
  • Other Reportables – Include categorie diverse dalle precedenti tre elencate. I traders classificati in questa categoria utilizzano, principalmente, i mercati per proteggersi dal rischio se tale rischio è legato a cambi, azioni o tassi di interesse. Rientrano tra questi spesso le banche centrali, le banche minori, e gli altri operatori non inclusi nelle precedenti categorie.

L’osservazione del COT è di ausilio nella lettura di quale possa essere il sentiment del mercato in relazione ad ogni sottostante, sia valuta che indice o materia prima.

E’ diffuso ritenere che i Commercial Traders in genere possiedono un approccio al mercato del tipo “contrarian“, ovvero tendono ad aumentare le loro posizioni rialziste man mano che il mercato scende e, viceversa, a diminuire le loro posizioni rialziste con un mercato in tendenza progressivamente positiva, di riflesso per loro natura le controparti dei Commercial Traders sono i Non Commercial Traders i quali preferiscono nel mercato un approccio classico “trend following“, incrementando quindi le posizioni nella stessa direzione del trend e quindi cavalcando il trend.

Il valore positivo o negativo espresso dal COT in ogni rapporto è il risultato della differenza, a quella data,  tra le posizioni detenute in buy e quelle in sell, assumerà quindi un valore positivo se le posizioni in buy saranno maggiore delle posizioni sell ed un valore negativo nel caso contrario. Concludendo, nella lettura dei dati si tiene conto dell’oscillazione del valore rispetto ai dati precedenti, ossia di “quanto” è variato il dato che esprime quel sentiment di mercato.

Il passato non sempre è conferma del futuro, i dati vengono pubblicati il venerdì per posizioni al martedì precedente, se ne tiene conto in chiave di lettura del mercato, ma non si basa l’operatività esclusivamente sui dati pubblicati.

 

 

COT TFF US INDEX

 COT – Financial TFF Report al 14/08/2018

 


 

    

usindexchat28aCOT – Financial TFF Report al 28/08/2018