MIB

40464277_275350153296251_5399496085527855104_n

Buonasera, seguo oramai stancamente l’indice nostrano, diciamo che, osservandolo nelle sue dinamiche, mi verrebbe da dire c’è un domani? Una situazione molto pesante e probabilmente compromessa da una serie di fattori sia endogeni sia esogeni. Endogeni, basterebbe il dato sulla crescita, unico paese del G8 con previsioni pil in calo, governo “audace” e per questa Europa, che non ha padri fondatori nel senso proprio del termine (USA  docet) è un termine fastidioso e destabilizzante in un ordine costituito di teutonica progenie, un debito pubblico che da tre mesi e piu viene abbandonato, lasciandolo in pancia ai nostri maggiori istituti di credito ed un ministro che salta da un polo all’altro, preparando piani di accordo, acquisto titoli di debito italiano (bbb e piu), per quando questa pagliacciata di QE all’europea, fatto da una banca finta, finirà. Un investitore accorto punterebbe sul bel paese? No;  inventerebbe prima l’aereo o prima il paracadute? Il secondo. Esogeni, i dazi e il peso sul made in italy, la Turchia in balia di un Erdogan alla prima elementare in fatto di economia, che espone molto negativamente, istituti di credito importanti e altre aziende, Pirelli per citarne una.

Parliamo di trading. sul mib diviene difficile coglierne gli aspetti intraday, figuriamoci cosa possiamo dire sul medio termine. Lo aspetto a 19500 sento dire, o magari in area 21500 si ci arriva. Nulla di tutto questo è un discorso che calza. Il DEF, il governo, l’europa etc etc, sono tutte ipotesi di chi crede di poter cogliere l’attimo giusto, in cui il prezzo è tanto basso, da divenire un affare. Si, può starci tutto in un mercato, ma non è il modo di operare, almeno non il mio. Non posso fidarmi di un grafico che potrà essere smentito tra un ora, e non parlo di giorni ma di ore, non posso, ragionevolmente, impostare un trade che abbia un rischio rendimento accettabile. Quello pubblicato, ha solo supporti e la sua impostazione è chiara anche agli occhi di un profano. Dispiace  e duole parlare cosi, da Italiano, dispiace davvero che vi sia una barca in preda alla imminente (e si spera sempre di no) bufera sullo spread, sull’azionario etc etc etc. Dispiace, ma bisogna prenderne atto e non comprare perchè è a sconto. Ne abbiamo visti di sconti taroccati e questo potrebbe essere uno dei tanti. Sento dei cassettisti dire che se la banca X scende sotto Y, compreranno e la terranno li, bene, ma qual’è il fondo di quel cassetto? Insomma, non vorrei dirlo, ma qui si puo parlare per ora solo di scalping (stricto sensu) e senza troppo girarci largo, osservare bene la dinamica fondamentale dell’indice e del paese tutto.

(Nino Tripodi)

One thought on “MIB

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.