Ciao a tutti

Ciao ragazzi, ringrazio Anna per aver creato questo splendido spazio, che certamente, per competenza e serietà, può diventare un luogo di confronto e apprendimento. Sono anni che trado e studio, un po come la storia della nostra “editrice” , passione, dedizione, testardaggine e migliaia e migliaia di ore sui grafici. Dopo tutto questo, ho imparato a mie spese (è giusto così) che non esiste alcuna ricetta magica, nessuna tecnica miracolosa e che i tanti soloni esperti, altro non sono, che sirene interessate. Riflettiamo: qual’è l’unica incognita che un trader può gestire? nessuna, che non sia la perdita che si è disposti a sopportare, in caso di errore nella propria analisi. Ne consegue, che lo stop loss è uno dei primi “componenti nozionistici” che bisogna non solo apprendere ma metabolizzare psicologicamente, con tutte le frustrazioni e delusioni che ne conseguono. Ho chiuso in stop ed il titolo è risalito, mannaggia! avrei potuto….forse…..la prossima volta….. ecco quali sono i naturali pensieri che sopraggiungono in queste situazioni. Bene,  questo è il primo passo verso la rovina, con ben piu ampie delusioni. Nulla cambia nel caso opposto e positivo, di una chiusura in gain anticipata, il target che l’ analisi o la ns propensione al rischio, ha deciso sia il livello di take profit del trade: se ho chiuso presto è sempre “troppo presto” e avrei guadagnato molto di piu, se ho chiuso al 1 ritracciamento, sono stato fortunato e bravo ed il mio ego diviene tronfio……troppo tronfio! Vendi guadagna e pentiti è il motto piu negativo, nella sua accezione assolutamente positiva, che è stato coniato! vendi e guadagna…punto, se ti pentirai, tante volte succederà, che il pentimento ti spingerà oltre, sempre piu oltre, sino a quando il mercato, lo stesso che ti ha premiato per la tua accortezza e prudenza, ti prenderà tutto oltre interessi, ma ti prenderà una cosa che nessuno puo restituirti o donare: il capitale psicologico ( cit. Gann). Subentra la paura e lo sconforto e nulla potrà cambiare questo stato. Bene, mi sono dilungato, ma lo ritenevo preambolo dovuto per condividere ciò che con il tempo e l’esperienza sono diventato. Siamo il parco buoi, un po piu sgamati, ma sempre quelli, quindi, partendo dal presupposto che la scienza non esiste, dobbiamo avere una visione globale di tutti gli strumenti a nostra disposizione, una sorta di cassetta del fai da te, e di volta in volta, tireremo, magari insieme, la tenaglia giusta per cavarci dai guai o per vedere se un cross o un indice, diviene leggibile, con pazienza (tanta) e lucidità, senza alcuna presunzione o saccenza, ricordando che le intelligenze artificiali, sono un miliardo di volte più veloci e furbi si noi tutti. Spero domani di avere qualche idea piu chiara sul dax, mentre sul fiber non aggiungo altro alla perfetta interpretazione del momento, fatta da Anna. Buona settimana a tutti.

One thought on “Ciao a tutti

  1. ,,. Nino … condivido il tuo pensiero… non sono una maga sul fiber a volte frega anche me. Per il sito nulla di che se non come un posto dove raccogliere in modo sistematico e organizzato gli studi gli articoli e quindi creare una sorta di diario o biblioteca, tutto qui Grazie per aver accettato e per i contributi che darai

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.